Avvocati - Stefano Giancotti - Rainmaker Lawyer

Milano - Napoli - Roma

 

"La fiducia non è un traguardo,

ma uno stile di vita"

  

Chess

    

Le mille sfaccettature dell’attività professionale del Rainmaker Lawyer.

  1. Un Rainmaker Lawyer non sviluppa la propria attività mediante la fornitura al cliente di un prodotto, bensì attraverso la prestazione di un servizio, anche se a volte il cliente può di fatto "toccare con mano" il risultato del lavoro del professionista.
      
  2. Ciò che il cliente riceve non è un parere, un contratto, una lettera o una assistenza come nel caso di un tradizionale "studio o ufficio legale", ma ciò che veramente acquista è la "fiducia" che può riporre nell'affidabilità dell'avvocato Stefano Giancotti, quale Rainmaker Lawyer, e nella motivata speranza che quello che egli materialmente apprende sarà la soluzione ai suoi problemi.
     
  3. Trattandosi di servizio e non di prodotto, la consegna di un qualcosa di tangibile è unicamente l'inizio di un rapporto, produttivo di una sinergia intellettuale che alimenterà in un crescendo profittevole lo stato e le prospettive di un servizio validamente reso.
     
  4. Appartengono intimamente quindi al concetto di Rainmaker Lawyer tutte quelle componenti materiali ed intellettuali che concorrono a identificare i parametri di un'attività professionale dalle mille sfaccettature che tendono, comunque, a soddisfare non solo nell'immediato le necessità manifestate, ma ad evidenziare anche per il futuro la qualità di un collaudato insieme di servizi, scrigno di una fiducia ben riposta.
     
  5. E' un metodo opportunamente individuato che attiene alla specifica capacità del Rainmaker Lawyer il quale, contrariamente al modus operandi di un tradizionale "studio o ufficio legale", pone in essere quelle garanzie e quelle dissuasioni tali da convincere l'altra parte a non minare la "concretezza".
     
  6. Il tradizionale ricorso alle vie legali, infatti, da un punto di vista attivo rappresenta l'ultima spiaggia mentre, da un punto di vista passivo, è foriero di imbarazzanti statistiche temporali che comunque non fanno onore alla Patria del diritto.
     
  7. Al termine di una contesa tutti sono scontenti: lo sconfitto ovviamente, ma anche il vittorioso, poiché le sue ragioni sono state riconosciute comunque con ritardo.
     
  8. La soluzione reciproca, invece, permette alle parti di creare una loro "privata sentenza" il cui unico organo giudicante, oltre al buon senso, sono soprattutto le capacità professionali del Rainmaker Lawyer ed una indispensabile volontà positiva di tutte le parti.

* * * * *

"Raggiungere un risultato non è aiutarsi a vicenda,

è aver operato insieme nella stessa direzione"

Coincidenza tra il servizio reso dal Rainmaker Lawyer ed il servizio percepito dal cliente.

  1. Una componente importante dell'apporto professionale che l'avvocato Stefano Giancotti, quale Rainmaker Lawyer, imprime alla propria prestazione è dato dalla sua abilità e competenza affinché le caratteristiche del servizio reso coincidano con quelle percepite dal cliente.
     
  2. La metodologia della prestazione professionale del Rainmaker Lawyer segue traiettorie delle quali il cliente deve sempre avere una precisa conoscenza personale e culturale, il tutto proiettato verso l'individuazione di nuove soluzioni per una pianificazione globale e strutturata di obiettivi ben definiti, in risposta alle esigenze del cliente stesso.
     
  3. Ciò, perché il Rainmaker Lawyer è in grado in ogni momento della sua attività di indirizzare la propria sensibilità e competenza non solamente verso ciò che è meglio per il cliente, ma opera affinchè quest'ultimo percepisca l'insieme delle attività come assolutamente coincidenti con i suoi desideri.
     
  4. Infatti i "bisogni" del cliente devono essere tutelati non solo nell'immediato: il Rainmaker Lawyer attua particolari procedure intellettuali affinché il servizio reso porti alla piena realizzazione delle "necessità" all'uopo richieste che, resistendo al passare del tempo ed al variare delle norme, siano sottese ad una elasticità delle sue componenti al fine di rendere coerente, efficace e consistente la realtà in evoluzione.
     
  5. In un tale contesto, l'avvocato Stefano Giancotti, quale Rainmaker Lawyer, fa uso di un atteggiamento umano e professionale indispensabile per affrontare le esigenze del cliente, mettere in atto analisi e procedure per soddisfarne le priorità, risolvendone i problemi in modo profittevole, il tutto tramite i cosiddetti "processi", e cioè quelle attività organizzate alla realizzazione del risultato.
      
  6. Tutto ciò, quindi, spiega come il processo mentale che legittima il Rainmaker Lawyer sia continuo, costante, in evoluzione, si ponga come fattispecie costitutiva del lavoro di ogni giorno, funzionale e soprattutto necessario, imprescindibile forza che sostiene un'unica direzione: il cliente.

* * * * *

"Non basta limitarsi a non operare contro il cliente:
bisogna operare a seconda degli obiettivi del cliente"

Il cliente è al centro delle operatività del Rainmaker Lawyer.

  1. L'atteggiamento del Rainmaker Lawyer, come componente imprescindibile della propria capacità professionale e del servizio offerto, porta alla considerazione di un concetto basilare: la centralità del cliente.
     
  2. Questi, con la sua personalità, i suoi desideri, le sue paure, i suoi timori ed i suoi bisogni, diventa il fulcro di ogni attività giuridica, di ogni processo migliorativo e di ogni apporto psicologico e professionale che il Rainmaker Lawyer pone in essere per tutelare il proprio assistito.
     
  3. Sarà quindi il cliente stesso a non essere un mero acquirente di un servizio predefinito, ma potrà creare una sorta di feed-back con il Rainmaker Lawyer, una sequenza di scambi intellettuali attraverso i quali egli possa prima di tutto recepire gli sforzi, ma poi anche considerare i risultati raggiunti in forza di risparmio, guadagno e riduzione dei rischi.
     
  4. Il ruolo del Rainmaker Lawyer, in questa sceneggiatura, sarà quella di porre il cliente assistito in un centro nodale della propria attività professionale e fornire una tale assistenza e tutela da poter affermare nei suoi confronti: ..."lavora, guadagna e spendi, al resto penso io".

* * * * *

"Le opinioni non servono a molto

senza l'opportunità di un incontro"

L'incontro tra il cliente e il Rainmaker Lawyer.

  1. Preliminare ad ogni attività di scambio cliente-Rainmaker Lawyer è l'incontro tra queste entità, assumendo particolare importanza unicamente il domicilio del cliente al fine di realizzare le modalità operative necessarie per il raggiungimento delle "soluzioni" ricercate ma non ancora reperite.
     
  2. Ciò, perché non è più lo "studio" ed il "professionista tradizionale" il centro gravitazionale del tutto, bensì il cliente.
     
  3. In questo modo l'incontro sviluppa il proprio divenire dapprima strategicamente per poi mutare la propria ragion d'essere in termini operativi.
     
  4. Non sono mai considerate di ostacolo le differenze intellettuali, culturali e sociali, ma la giusta e corretta considerazione delle diversità e delle differenti valenze fanno parte di una ricetta dai diversi gusti e sfumature.
     
  5. Anche attraverso altre fattispecie, altre definizioni, ed un diverso sviluppo socio-culturale, i parametri che rendono ogni atteggiamento relazionale positivo o negativo del Rainmaker Lawyer, rimangono i medesimi.
     
  6. Una volta appreso appieno gli elementi costitutivi del "problema", il Rainmaker Lawyer valuta i possibili risultati secondo diversi canoni, come quello del guadagno, della soddisfazione del cliente, di una possibile ottimizzazione delle strategie, sempre e soltanto in stretta sintonia con le esigenze del cliente.
     
  7. Opera le proprie scelte indirizzandole alla individuazione di quelle modalità che al meglio possano trasmettere un atteggiamento in continua evoluzione e cambiamento per lo stesso cliente.
     
  8. La scelta del mezzo più idoneo attiene a criteri di ricerca di assoluto valore ed importanza: trattasi di una adeguata ricerca di concretezza nei confronti di una realtà in continua evoluzione a cui ci si deve trovare preparati.

* * * * *

"Vi sono sempre due motivi in un rapporto:

uno onesto e quello vero"

Cliente e il Rainmaker Lawyer: rapporto professionale, rapporto personale e valenza dell'etica.

  1. Il rapporto sinergico tra il cliente e il Rainmaker Lawyer riveste innanzitutto i caratteri rappresentati dalla professionalità, da cui deve necessariamente discendere un corretto rapporto personale, il tutto retto da un comportamento eticamente ineccepibile.
     
  2. L'avvocato Stefano Giancotti, nell'ambito della propria esperienza professionale, ha potuto constatare come nella stragrande maggioranza dei casi, una delle caratteristiche peculiari del rapporto professionale consiste nella necessità del cliente di sentirsi costantemente seguito fisicamente: da qui, quindi, l'assoluto impegno del Rainmaker Lawyer a portarsi presso il domicilio del cliente tutte le volte che la situazione lo richieda in quanto è lì il punto di partenza di tutte le operatività.
     
  3. In ordine al rapporto personale, invece, il Rainmaker Lawyer attua manifestazioni di onestà intellettuale nei confronti delle sensibilità di tutte le persone con le quali viene a contatto, con trasparenza, correttezza ed etica, tutte componenti irrinunciabili di un processo di crescita, in termini sia economici che di competitività intellettuale.
     
  4. In quanto, poi, alla valenza etica, il Rainmaker Lawyer è un professionista consapevole del proprio ruolo tanto da garantire al cliente la possibilità di gestione equa ed efficace della propria attività in senso lato.

* * * * *

"Voler pensare è una cosa,

aver talento per pensare è un'altra"

La fidelizzazione del cliente.

  1. Chi vi parla, da anni combatte una quasi solitaria battaglia per diffondere la vitale funzione del Rainmaker Lawyer, che non è il tipico avvocato inteso nella maniera tradizionale del termine, ma è colui che vive nei pensieri del cliente, il suo "alter ego", l'altra parte di lui medesimo proiettato a razionalizzare il suo processo motivazionale e decisionale al fine di consentire qualsiasi tipo di obiettivo.
     
  2. Io amo definirmi un portatore sano di "business" e/o di "resolutions", felicemente contagioso.
     
  3. In tale contesto, la fidelizzazione assume così le caratteristiche di un effettivo senso di reciproca appartenenza fra il Rainmaker Lawyer ed il cliente il quale, anche con l'ausilio di un continuo scambio di consultazioni con i componenti del proprio "team lavorativo", potrà validamente recepire i concetti più alti di quell'atteggiamento concreto e rivoluzionario, ideale e tangibilmente perseguibile che contraddistingue l'avvocato Stefano Giancotti, quale Rainmaker Lawyer.

Grazie per l'attenzione